Google One Pass: sistema abbonamenti che sorride agli editori

Google One Pass è la sfida di Mountain View a Cupertino dopo che Apple ha lanciato nella giornata di ieri le proprie offerte per abbonamenti su iTunes. Abbonamenti intesi in relazione ad applicazioni speciali come quelle dedicate a riviste, quotidiani o servizi audio/video attraverso la rete. Ebbene la strategia di Google è quella di venire […]

Pubblicato da Diego Barbera Giovedì 17 febbraio 2011

Google One Pass è la sfida di Mountain View a Cupertino dopo che Apple ha lanciato nella giornata di ieri le proprie offerte per abbonamenti su iTunes. Abbonamenti intesi in relazione ad applicazioni speciali come quelle dedicate a riviste, quotidiani o servizi audio/video attraverso la rete. Ebbene la strategia di Google è quella di venire incontro agli editori stuzzicandoli con una politica di revenue sharing decisamente conveniente per i partner visto che le commissioni si fermano al 10 per cento.

Solo ieri vi abbiamo parlato della novità abbonamenti legata ad applicazioni particolari per i dispositivi Apple come ad esempio riviste, quotidiani o ancora servizi di musica e di video. Google One Pass è la risposta di Google che non ha tardato a farsi vedere.
 
Nel video sopra vengono riassunti i punti cardine di Google One Pass che limita le commissioni al 10 per cento solamente e toglie qualsiasi restrizione agli editori. Il pagamento del servizio erogato, da parte dei clienti, avviene via Checkout di Google.
 
Zero obblighi e limitazioni per gli editori e abbassamento sensibile della percentuale di commissione, sarà Google One Pass l’arma vincente per far crescere ancora di più Android e il suo mercato ormai giunto a 150.000 contenuti caricati?