Super Computer Watson destinato alla medicina

Super Computer Watson destinato alla medicina come assistente del medico durante la diagnosi e il rapporto con il paziente in cerca di cura

Pubblicato da Diego Barbera Venerdì 18 febbraio 2011

Il Super Computer Watson, quello che ha battuto gli umani nel quiz televisivo Jeopardy, avrà un’applicazione pratica ben più utile della mera sfida di cultura per un concorso a premi. Il cervellone digitale sarà infatti impiegato in campo medico così da aiutare il personale umano durante le diagnosi con la sua straordinaria velocità di calcolo e soprattutto di interpretazione di un quesito. Spesso trovare la giusta cura può essere infatti accostabile a un quiz in cui serve tantissima memoria ma allo stesso tempo pari capacità di collegare fatti e nozioni.

Watson è il super computer di IBM che al quiz televisivo americano Jeopardy è riuscito nell’impresa di battere due campioni storici del programma USA come Jenning, che ha raccimolato 24.000 dollari e Rutter con 21.000 dollari. Il computer ne ha vinti 77.000.

E’ la tradizione di IBM nella sfida tra computer e umani che era iniziata nel secolo scorso con la clamorosa vittoria di DeepBlue su Gary Kasparov, in una partita a scacchi. Qui la forza è stata però nell’interpretazione delle domande, con spesso tranelli già nella frase.

Watson ha tutte le risposte, il suo “problema” è scegliere quella giusta da associare alle domande e dunque il test di Jeopardy è rassicurante perché ha dimostrato che l’evoluzione ha raggiunto già un ottimo risultato. Merito dei 2880 core, 15TB di Ram e delle 80.000 miliardi di operazioni al secondo. Watson sarà impiegato nella Scuola di medicina del Maryland e alla Columbia University.