Che umore gira in città? Te lo racconta la faccina gigante (video)

Per sapere che tempo fa si può osservare il cielo, per le news sul traffico ci sono siti specializzati o servizi integrati al navigatore, ma se volessimo sapere che umore circola in città, qual è il sentimento più diffuso? A Lindau, in Germania, c’è un sistema molto originale e particolare, un’installazione artistica-hitech al porto con […]

Pubblicato da Diego Barbera Martedì 10 gennaio 2012

Per sapere che tempo fa si può osservare il cielo, per le news sul traffico ci sono siti specializzati o servizi integrati al navigatore, ma se volessimo sapere che umore circola in città, qual è il sentimento più diffuso? A Lindau, in Germania, c’è un sistema molto originale e particolare, un’installazione artistica-hitech al porto con un abnorme smiley (la faccina) che mostra il mood della città illuminandosi e formando un sorriso, un’espressione triste e così via. Un’applicazione forse non eccessivamente utile, ma curiosa e perfetta per promuovere il turismo. Come funziona?

Lindau non è certo Berlino o Monaco di Baviera e così per stimolare un po’ la curiosità intorno a questa cittadina tedesca si è pensato bene di puntare sulla tecnologia e sulla fantasia di un gruppo di creativi del posto. Al porto, in cima a un alto faro, è stata piazzata una gigantesca faccina illuminata a LED, che accende i bulbi e li ruota mostrando felicità, tristezza o altri sentimenti. Così con un solo colpo d’occhio si capisce subito che umore gira.
 
I padri di questa installazione sono Julius von Bismarck, Benjamin Maus e Richard Wilhelmer e hanno chiamato questo sistema Fühl-o-meter. Questa facciona gigante è composta da una serie di lampade luminose dalla forma flessibile. Nella posizione standard sorride, ma basta ruotare la bocca verso il basso e modificare il “taglio” degli occhi per esprimere gioia, tristezza o noia.
 
smiley lindau
 
Ma come fa a percepire l’umore della città? Ovviamente si basa sull’umore delle persone che viene captato grazie a un sistema di osservazione dei passanti che camminano lungo le sponde del lago, a breve distanza dal faro stesso. Quando il software di riconoscimento facciale sviluppato dal Fraunhofer Institut carpisce un’emozione, la manifesta in modo percepibile da tutti sul faro. Simpatico.