Yahoo Axis, come funziona il motore di ricerca visuale? [VIDEO]

Yahoo Axis, come funziona il motore di ricerca visuale? [VIDEO]
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Yahoo Axis è il trend del momento, ne parlano tutti su blog, forum e ovviamente sui portali di news online. Ma che cos’è? Viene descritto come un motore di ricerca visuale, molto più immediato e semplice da utilizzare rispetto ai search engine classici e tuttavia non basato su un sito vero e proprio, con un indirizzo da raggiungere. E’ infatti un’estensione di un browser come Internet Explorer, Safari, Chrome e Firefox oltre che (presto) anche un’applicazione per iPad e per iPhone. Nel video qui sopra possiamo dare un’occhiata al funzionamento. Scopriamone di più, compresa la sua natura “Bing inside”, già perché da tempo Yahoo! sfrutta proprio il motore di ricerca di Microsoft.

Axis è un esperimento molto particolare: prima di tutto si installa come estensione recandosi sul sito ufficiale e selezionando il proprio browser a scelta tra Internet Explorer, Firefox, Chrome (con qualche problema di sicurezza nelle prime ore) e Safari ovviamente. Dopo pochi secondi è immediatamente operativo e apparirà come una sorta di barra scura sul fondo della pagina (con due icone). C’è anche uno spazio dove inserire l’argomento di ricerca, ad esempio “Giro d’Italia“. Si scrive e da quel momento si percepirà subito cosa c’è di diverso con la concorrenza. Non tanto il completamento in tempo reale come Google Instant quanto la visualizzazione dei risultati in modo visuale.

La grande comodità di questo sistema è che non si uscirà dalla pagina di navigazione ma si ricercherà all’interno della pagina stessa, con una grande comodità e una grande immediatezza. Cercando appunto Giro d’Italia e percependo il completamento automatico, vi appariranno in tempo reale le anteprime, per capire subito dove andare (e nel caso specifico dell’esempio, perché non cliccare su Sui Pedali?). Allo stesso modo è possibile cercare per immagini con una sorta di album fotografico che appare sempre in tempo reale, come un flusso. Essendo un servizio di Yahoo, questo servizio si appoggia ovviamente la motore di ricerca e dunque a Bing che da tempo ormai fornisce il servizio, per grande gioia di Microsoft.

Essendo un servizio marchiato Yahoo, è possibile sincronizzarsi con la propria utenza e salvare una sorta di elenco di preferiti sempre accessibile e modificabile. In contemporanea è diffusa anche la versione pensata appositamente per iPhone e per iPad, un’applicazione ovviamente gratuita diffusa su iTunes App Store. Un bel progetto, che potrebbe dare un po’ di ossigeno a Yahoo, che da tempo boccheggia: d’altra parte è stato recentemente al centro delle critiche il CEO societario Scott Thompson costretto alle dimissioni per aver mentito sul titolo di studio.

559

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 25/05/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici