NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Windows 8.1 in download anche in italiano [FOTO]

Windows 8.1 in download anche in italiano [FOTO]

Windows 8

da in Microsoft, Windows
Ultimo aggiornamento:

    Windows 8.1 ha debuttato in download anche in italiano, gratis per tutti i possessori di Windows 8 attraverso il Windows Store, mentre oggi si potrà comprare in versione stand-alone. Arriva con una serie di novità e aggiornamenti interessanti che sembrano davvero prendere in considerazione tutte le critiche (anche pesanti) avanzate nei confronti del sistema operativo di Microsoft negli ultimi mesi. Non è un’ammissione di colpevolezza, dunque, o almeno questo è il messaggio che traspare. Cosa c’è di nuovo in Windows 8.1? Non si toglie il pallino dal touchscreen e dunque dall’interfaccia tattile, ma si dà più importanza alla modalità desktop ritornando a un ambiente più simile a Windows 7. Guarda un po’ chi si rivede: il tasto Start che ritorna come logo cliccabile in basso a sinistra, come una sicurezza.

    A cosa servirà? Si potranno visualizzare collegamenti ai programmi preferiti così come avveniva nella barra delle applicazioni alla quale milioni di utenti si erano abituati. Bing viene “promosso” con una barra dedicata sulla destra che appare avvicinando il cursore del mouse: servirà a cercare anche internamente al dispositivo promettendo una velocità paragonabile alla ricerca dei Mac. Ma non solo: sarà un mix di ricerche interne e esterne pescando informazioni dal web. Skydrive sarà potenziato e implementato, i live tiles saranno perfettamente personalizzabili. Qui sopra una fotogallery con un po’ di immagini del nuovo OS. Qui sotto un video:

    Windows 8? Un fallimento: Microsoft dovrebbe correre immediatamente ai ripari e effettuare un profondo restyling per venire incontro alle lamentele degli utenti. È la più grande ammissione di fallimento dai tempi della Nuova Coca Cola 30 anni fa per contrastare la Pepsi. Ad affermare ciò è nientemeno che l’autorevole Financial Times, che ha estrapolato le emblematiche esternazioni di Tami Reller capo del marketing della divisione Windows. Siamo d’accordo? In parte perché chiamare fallimento un sistema operativo che ha venduto 100 milioni di utenze di cui 60 milioni nei primi due mesi (senza dimenticare 250 milioni di applicazioni scaricate) sembra un po’ eccessivo. Le recensioni e il feedback non sono poi così malvagie, nemmeno qui in Italia. E, in più, se l’interfaccia touchscreen è ritenuta troppo indigesta c’è sempre la possibilità di utilizzare la modalità desktop vecchiostile.

    Tami Reller ha affermato che Microsoft sarebbe in procinto di cambiare “elementi chiave” di Windows 8. A cosa fa riferimento la società di Redmond? Senza esplicitarlo, il punto focale è senza dubbio l’esperienza tattile e l’interfaccia che cambia totalmente l’approccio dell’utente. Ma non si può ipotizzare un totale cambio di rotta e così sarà più semplice una maggiore dedizione a un uso più classico, più focalizzato sulle periferiche standard come tastiera e mouse. “Abbiamo imparato dagli errori e verso fine anno si vedrà qualcosa di nuovo, dovremo fare sicuramente qualcosa in più”, ha poi aggiunto la Reller.

    Microsoft Windows 8 prezzo

    Windows 8 è stato ufficialmente svelato, anche se si conosceva già tutto del nuovo sistema operativo di Microsoft. Con un evento in contemporanea in tutto il mondo, il nuovo sistema operativo è stato ri-presentato giusto in tempo per il rilascio del download domani 26 ottobre, direttamente dal sito windows.it sia per privati con Windows 8 e Windows 8 Pro sia per aziende con Windows 8 Enterprise senza dimenticare Windows RT per i tablet. Le novità sono note dall’interfaccia una volta conosciuta come Metro al mercato di applicazioni Windows Store fino al browser Internet Explorer 10, ma anche l’integrazione con Skype e Skydrive. I produttori di hardware sono già pronti e si prospetta un’uscita di massa di centinaia di nuovi modelli . Non potendoli elencare tutti concentriamoci sui più interessanti.

    Windows 8 uscirà dunque ufficialmente domani 26 ottobre 2012. Da quel giorno si potrà finalmente aggiornare o installare il nuovo sistema operativo di Microsoft, pensato appositamente per i dispositivi touchscreen e protagonista di un salto evolutivo netto col passato grazie all’interfaccia che ormai non si chiama più Metro-style. L’OS si potrà installare aggiornando macchinari con le precedenti versioni spendendo piuttosto poco, anzi pochissimo dato che chi acquisterà un computer con Windows 7 (o lo ha acquistato da giugno) spenderà solamente 14.99 euro. Andiamo a riepilogare tutte le informazioni – compresi i requisiti minimi – sul nuovo Windows che uscirà nelle versioni Windows 8, Windows 8 Pro e Windows 8 RT.

    Già da almeno due mesi è stato comunicato il prezzo riguardante l’upgrade a Windows 8 da sistema operativo precedente. Il nuovo OS di Microsoft costerà negli USA 39.99 dollari se sul proprio computer si ha già installato in modo legittimo Windows XP, Windows Vista e Windows 7. E’ un costo decisamente stuzzicante, dato che abbassa in modo deciso quanto era stato richiesto al momento del debutto di Windows 7, il cui upgrade da OS precedente costava 50, 100 o 150 dollari a seconda della versione scelta tra Windows 7 Home Premium, Pro e Home Premium (3 licenze). Inoltre ci si avvicina a quanto offerto da Apple che non alza troppo il costo per favorire il passaggio all’OS ultimo uscito per tutti i propri clienti. Il prezzo di 39.99 dollari è riferito alla copia digitale, mentre se si vorrà quella tradizionale su disco ottico si dovrà spendere 69.99 dollari. Entrambi i prezzi sono riferiti alla promozione valida fino al 31 dicembre 2013 che coinvolge anche gli ultimi acquirenti di computer con Windows 7: è retroattiva fino a Giugno e offre l’aggiornamento a soli 14.99 euro, non male.

    Sono inoltre noti i requisiti minimi di Windows 8 per computer fissi e portatili e tablet. Tra le tante novità sparisce anche una grande fetta di storia dell’informatica: stiamo parlando della combinazione dei pulsanti CTRL+ALT+CANC (o DEL) per riavviare il sistema o per aprire il task manager.

    Ovviamene tutto ciò non significa l’eliminazione fisica dei pulsanti quanto una sostituzione della successione di tasti da premere per attivare il comando. Il comando sarà infatti sostituito dalla pressione simultanea del pulsante Windows e del tasto d’accensione. Si darà sempre più rilievo inoltre alla parte “touchscreen” e alla tecnologia NFC Near Field Communication. Quali sono i requisiti hardware chiesti dal nuovo sistema operativo Windows 8 (qui tutte le novità apportate) che presto sbarcherà su PC e tablet? Per quanto riguarda i tablet e i PC convertibili, lo schermo deve offrire una risoluzione minima di 1366 x 768 pixel ed è consigliato un multitouch a cinque punti, ossia il display dovrebbe captare cinque tocchi contemporaneamente. Il resume time dovrebbe abbassarsi a meno di due secondi con x86. Questi dispositivi dovrebbero includere sensori e componenti evoluti come bussole digitali, giroscopi, sensore di luce ambientale e accelerometro. I pulsanti obbligatori dovrebbero essere quello dedicato all’accensione/spegnimento, blocco rotazione, volume up e down e il pulsante Windows. Il diametro massimo dovrebbe essere di 10.5 mm, ma c’è libertà di forma.

    La corrispondenza del contatto del chip NFC (per sincronizzazione con accessori, condivisione rapida, ecc..) dev’essere segnalato con un adesivo o con un avviso stampato sul dispositivo. Devono essere garantiti 10GB di memoria libera per nuove feature e per l’installazione di driver grafici. La webcam deve avere una risoluzione minima di 720p. E’ obbligatoria almeno una porta USB 2.0, la connettività senza fili Wi-Fi, il Bluetooth 4.0 e il supporto grafico Direct3D 10.

    Riassumendo in una schema i requisiti minimi:

    • Processore x86 da 1 GHz (32bit) e x64 da 1 GHz (64bit)
    • Ram 1GB (32bit) e 2GB (64bit)
    • Risoluzione display 1366 x 768 pixel
    • Multitouch 5 punti
    • Pulsanti on/off, blocco rotazione, volume up e down e il pulsante Windows
    • bussola digitale, giroscopio, sensore di luce ambientale e accelerometro triassale
    • Memoria da 10GB
    • Webcam da 720p
    • Wi-Fi
    • Porta USB 2.0
    • Bluetooth (4.0 consigliato)

    Quali saranno le principali novità apportate da Windows 8 e trapelate in questi ultimi mesi? L’Interfaccia Metro è la vera anima di Windows 8, derivata direttamente dal sistema operativo Windows Phone per smartphone. E’ ottimizzata per i dispositivi touchscreen con una schermata Start con grandi riquadri (live tiles) per un accesso rapido a tutte le principali funzionalità. Sarà popolata da una serie di Applicazioni stile Metro con tanti contenuti per qualsiasi funzionalità con widget come meteo, notizie o borsa, utility come piano, memories e paintplay; social networking come Facebook e Twitter e programmi come Internet Explorer o Windows Store. Evolve la funzionalità Esplora risorse che mostra un’interfaccia che riprende Office 2010 e Live Essentials per una ricerca e una gestione più rapida dei contenuti. L’interfaccia per lo spostamento dei file (Shell) si rinnova apportando maggiore velocità delle operazioni. Le immagini disco ISO e simili saranno montati come unità virtuali di default. E poi ovviamente Internet Explorer 10, il nuovo browser che porterà in dote tutte le migliorie come una piena conformità agli standard HTML5, supporto a CSS 3 e acceleratore hardware grafico. Tra le altre novità di Windows 8 possiamo anche segnalare una nuova schermata di BSOD ossia del tanto temuto Blue Screen of Death che diventa più simpatico e include anche una faccina sorridente. Infine il logo che ritorna alla semplicità delle origini, con una versione monocromatica minimalista.

    E ora passiamo ai prodotti che saranno svelati al lancio o meglio su una selezione di alcuni modelli. Il produttore taiwanese Asus ha messo sul piatto una bella offerta. ASUS TAICHI è un modello ibrido con doppio display IPS/Full HD a retroilluminazione LED che può fungere da notebook o tablet. ASUS Transformer Book è trasformista anche lui ma diventa da un notebook a un tablet grazie allo schermo staccabile. È un più tradizionale notebook l’ultrabook ASUS ZENBOOK con schermo HD, processori quad-core e unità SSD. La serie ASUS VivoBook si dedica a notebook con schermi da 11,6” o 14” mentre la Serie ASUS VivoTab si basa ovviamente sulle tavolette da 11,6” con Windows 8 o da 10” con Windows RT infine ASUS All-in-One PC ET2300 è un modello da 23″.

    . Samsung ha inaugurato la gamma Ativ che include tablet e notebook come rispettivamente ATIV Smart PC Pro 700T e ATIV Smart PC 500T più Series 9 Premium Ultrabook, Series 7 Notebook, Series 5 Ultra Touch, Series 3. Fanno parte del lotto anche gli All-in-one Series 7 e Series 5. Terminiamo con Acer che ha preparato i due tablet Iconia W510 e W700 e i potenti notebook Aspire S7, Aspire M3 Touch, Aspire V5 Touch. E voi, acquisterete un modello Windows 8 dal primo giorno o aggiornerete il vostro macchinario?

    2003

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MicrosoftWindows
    PIÙ POPOLARI