Google Street View: fotografa lingerie in Giappone, scatta la denuncia

Google Street View denunciato per aver fotografato dell'abbigliamento intimo in Giappone da una donna rimasta traumatizzata

Pubblicato da Diego Barbera Domenica 19 dicembre 2010

Google Street View: fotografa lingerie in Giappone, scatta la denuncia

Google ha ricevuto una nuova denuncia riguardante foto catturate da Street View, questa volta arriva dal Giappone e ha del grottesco: una donna ha dichiarato di essersi sentita violata nel suo intimo dopo che le automobili con fotocamera a 360 gradi di Mountain View hanno immortalato il suo abbigliamento intimo appeso ad asciugare fuori da casa. Tutta la sua lingerie è stata fotografata e caricata sul servizio di mappature e la giovane donna ha lamentato un forte stato di ansia per il timore di esser possibile vittima di violenza sessuale, tanto da causare la perdita del lavoro e il cambio forzato della residenza!

Ora, possiamo anche immaginare che non farà certo piacere veder le proprie cose “intime” spiattellate sulla rete, tuttavia i panni stesi e fotografati dalle Google Car erano senza dubbio affacciati sulla strada dove chiunque poteva vederli dunque non è che si è trattato di una paparazzata, magari di un obiettivo puntato verso la stanza segreta della casa…

Forse questo episodio è stato preso come scusa per motivare la perdita del lavoro e il forte stato di stress e ansia? Il dubbio è consistente… limitiamoci a raccontare i fatti: la donna avrebbe scoperto della propria lingerie pubblicata online e sarebbe caduta in uno stato di pesante stress e ansia, tanto da compremetterle l’intera quotidianità.

Non ci è dato sapere cosa diavolo di così piccante avesse appeso, possiamo solo immaginarlo. Fatto sta che la donna avrebbe perso il lavoro e avrebbe cambiato residenza per la paura che la lingerie esposta e associata all’indirizzo sarebbe stata interpretata come un invito per maniaci. La poveretta soffre di disturbo ossessivo-compulsivo, di questo le Google Car non hanno certo colpa… ma scommettiamo che pagheranno i 600.000 Yen richiesti per i danni, 5 mila euro e il caso è chiuso.

Ultime foto assurde apparse su Google Street View (mezze bufale)? L’uomo ignudo nel baule e il parto sul marciapiede.