Microsoft sfida Amazon Go, negozi senza cassa

Microsoft sfida Amazon Go nel mondo dei negozi senza cassa che sfruttano algoritmi di machine learning, computer vision e fotocamere avanzate, anche con una potenziale partnership con Walmart

da , il

    Microsoft sfida Amazon Go, negozi senza cassa

    Secondo alcune indiscrezioni, Microsoft si prepara a sfidare Amazon Go, ovvero i negozi senza cassa realizzati dal colosso di Seattle. Se da un lato Microsoft e Amazon sono due tra i principali concorrenti nel mondo dei servizi cloud, a breve lo potrebbero diventare anche in un nuovo segmento di mercato in rapida ascesa come quello dei supermercati senza cassa. Seppur la notizia non sia ancora ufficiale, alcuni fonti ben informate dei fatti hanno già portato all’attenzione come Microsoft stia sviluppando un sistema che traccia ciò che gli acquirenti aggiungono nei loro carrelli tramite algoritmi avanzati.

    La sfida tra Microsoft e Amazon Go rappresenta un importante novità per tutte le aziende che desiderano modernizzare i punti vendita e abbattere i costi legati agli addetti vendita. I negozi senza cassa stanno diventando sempre più interessanti e i supermercati Amazon Go hanno già dimostrato le potenzialità offerte dall’impiego di algoritmi di machine learning e fotocamere avanzate.

    Microsoft e Walmart insieme per supermercati senza cassa

    Microsoft sfida Amazon Go

    Come riportato da Reuters, Microsoft ha mostrato qualche esempio della tecnologia che sta sviluppando per realizzare supermercati senza cassa. In particolar modo, Microsoft e Walmart avrebbero già parlato a riguardo di una potenziale collaborazione.

    Infatti, la tecnologia realizzata dal colosso di Redmond permetterà di aprire negozi altamente automatizzati come Amazon Go, quest’ultimo aperto al pubblico durante il mese di gennaio a Seattle.

    Per il momento, Microsoft non ha rilasciato nessun commento a riguardo, ma secondo le indiscrezioni, l’azienda sta lavorando con un gruppo di 10-15 persone focalizzato nel migliorare i sistemi di intelligenza artificiale, minimizzando il trasferimento dei dati verso il cloud. Inoltre, il team interno di Microsoft, che include uno specialista di computer vision assunto in precedenza da Amazon Go, ha lavorato nel tracciamento degli oggetti tramite videocamere attaccate ai carrelli.

    L’obiettivo principale sembra essere quello di ottimizzare le attuali tecnologie, migliorandole e rendendole più economiche, garantendo così maggiori margini ai propri clienti.

    Sicuramente, nelle prossime settimane scopriremo più dettagli su questa futura tecnologia realizzata da Microsoft e basata sul proprio cloud. Per il momento, la “guerra” nella creazione di supermercati senza cassa è appena iniziata. Amazon ha fatto il primo passo con Amazon Go, mentre Microsoft sembra essere alla ricerca di un partner come Walmart al fine di espandere al massimo la sua soluzione di shopping senza cassa. Solo il tempo decreterà il vincitore di questa sfida.