NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I 10 smartphone top di gamma senza processore Snapdragon

I 10 smartphone top di gamma senza processore Snapdragon
da in Mobile
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/06/2015 11:56

    Top di gamma che non usano Snapdragon

    Qualcomm deve guardarsi le spalle. Sebbene nella fascia alta i suoi processori siano i più gettonati, Samsung, Apple, MediaTek e Huawei sono alcuni esempi di società che nell’ultimo periodo si sono distinte per i propri prodotti. Ne sono un esempio questi 10 smartphone top di gamma che non usano uno Snapdragon come processore, bensì un Exynos, un Kirin o un MediaTek, salvo gli Apple iPhone che sfruttano il Ax, esclusivo per questi dispositivi.

    iPhone 6 è l’esempio perfetto di un apprezzatissimo top di gamma che non usa un processore Snapdragon. Sin dal primo iPhone, Apple ha sempre disegnato in proprio i suoi chip, nello specifico un A8 dual-core, che realizzare concretamente grazie all’aiuto di altre società, come TSMC e Samsung.

    Un altro iPhone 6, questa volta il modello Plus con schermo da 5,5 pollici. Anche in questo caso, l’azienda di Cupertino ha preferito godere dei propri frutti e l’A8 integrato, che unisce un processore dual-core a un’unità grafica quad-core. Eppure, grazie a iOS 8, le prestazioni rimangono fluide e perlopiù impeccabili.

    Asus è tra le poche società che anziché usare un Qualcomm o un MediaTek ha sfruttato un System-on-Chip Intel Atom per la sua linea di smartphone ZenFone 2, il cui modello top (ZE551ML) integra anche 4GB di RAM.

    La versione definitiva del One M9, purtroppo per gli utenti occidentali disponibile solamente in Asia, include uno schermo Quad-HD e un lettore d’impronte oltre a una Duo Camera sul retro. Sotto la scocca non c’è lo Snapdragon 810 del One M9, bensì un MediaTek MT6795T octa-core da 2,2 GHz.

    Un altro esempio di smartphone autarchico. Huawei ha usato un processore Kirin 930, prodotto dalla sussidiaria HiSilicon, ossia un octa-core da 2 GHz e architettura a 64-bit. Tale decisione permette di risparmiare qualcosa sul costo del telefono, in questo caso venduto a 499 euro.

    Come iPhone 6 e 6 Plus, anche Huawei P8 e P8 Max, edizione da ben 6,8 pollici, condividono lo stesso processore. Il Kirin 930 è stato usato per supportare l’ampio schermo Full HD.

    Altro esempio non Snapdragon: il Lenovo Vibe X2. Con questo dispositivo torniamo nel territorio di MediaTek, il cui MT6595M, octa-core da 2 GHz, è stato integrato sotto la scocca di questo smartphone Android da 5 pollici.

    Meizu MX4 Pro è tra i pochissimi dispositivo non Samsung che usano un processore Exynos. Nello specifico, questo dispositivo da 5,5 pollici integra un Exynos 5430 octa-core da 2 GHz.

    E come abbiamo anticipato, il nuovo Galaxy S6 non sfrutta un processore Qualcomm, ma il proprio Exynos 7420, ritenuto per certi versi persino superiore. Processore octa-core progettato con processo produttivo da 14 nm e architettura a 64-bit.

    Chiudiamo questa classifica con il Galaxy S6 edge. Anche in questo caso, la casa produttrice non ha cambiato il processore rispetto al modello originale, che rimane l’octa-core Exynos 7420.

    614

    PIÙ POPOLARI