Natale 2016

Come scrivere canzoni con uno smartphone

Come scrivere canzoni con uno smartphone
da in Guide HiTech, Mobile, Musica
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    Scrivere canzoni con smartphone

    Scrivere canzoni con uno smartphone è probabilmente uno dei metodi più economici per iniziare a farlo. La creatività non è bloccata dagli strumenti, ma solo il vostro smartphone non vi basterà: avrete anche bisogno di accessori esterni e delle giuste applicazioni (perlopiù a pagamento) per avviare il vostro percorso di artista indipendente. Poter usare solo un iPhone o uno smartphone Android è però una grande libertà. Vediamo come si fa.

    Noi consigliamo un iPhone. Su iOS la quantità di ottime applicazioni per creare musica è semplicemente incredibile motivo per cui un iPhone sarebbe la scelta perfetta. Sopratutto se uno dei più recenti, come iPhone 6 e 6 Plus, il cui schermo da 4,7 e 5,5 pollici è abbastanza largo per non incastrare le dita. Ma un Android top di gamma va bene: HTC One M9 o Samsung Galaxy S6 sono potenti e il Play Store è comunque molto affidabile per scrivere canzoni. Se scegliere un iPhone, vi servirà un cavo Lightning-USB per connettere gli accessori necessari. L’importante, in linea generale, è che il vostro smartphone supporti USB Host Mode e USB On The Go (OTG).

    Il microfono di sistema va bene per “giocare” un po’, ma l’ideale è avere degli accessori esterni. Consigliamo iTrack Solo per i dispositivi iOS perché si connette tramite cavo Lightning. Anche iRig Pre e iRig 2 per le chitarre sono ottimi. Parlando invece di accessori USB, che vanno quindi bene sia per iPhone (con il cavo adattatore) che Android, segnaliamo ancora iRig, così come tastiere MIDI, come LaunchPad Mini di Novation. Fate attenzione agli accessori esterni che sfruttano il dispositivo connesso via USB per l’energia perché potrebbe prosciugarvi la carica del dispositivo in poco tempo. In tal caso, consigliamo un hub USB a carica autonomia tra lo smartphone e il dispositivo audio.

    Scegliere l’applicazione migliore per scrivere canzoni è un passo importante. Su iOS, segnaliamo iMaschine, ma anche Smart Instruments di GarageBand di Apple. Se siete interessato ai suoni in “loop”, ossia che si ripetono, Loopy è ottima e costa solo 2,99 euro. Su Android, consigliamo invece Propellerhead (c’è anche per iOS) e SPC Music Drum Pad per chi è interessato alla musica elettronica. Anche LoopStack va bene per Android come equivalente di Loopy ed è gratis.

    Su iOS, i modi migliori per registrare le vostre creazioni musicali sono GarageBand di Apple (4,99 euro) e NanoStudio (6,99 euro). Quest’ultima app può gestire fino a sei tracce MIDI (fino a 16 con un ulteriore acquisto in-app). Se avete un budget più alto, BeatMaker 2 (9,99 euro) e Xewton Music Studio (14,99 euro) sono sicuramente ottime a questo scopo. Passando ad Android, ne consigliamo una soltanto: Audio Evolution Music Studio (5,99 euro), in cui si può importare qualsiasi formato, registrare e riprodurre tracce multiple e sequenze MIDI (con acquisto in-app) e raggiungere ottimi risultati equivalenti alla versione desktop.

    Dopo che la vostra creatività è stata inserita nella vostra traccia, bisogna pubblicarla. Uno dei metodi più popolari è SoundCloud.com, supportato anche da GarageBand, ma non si può far pagare la traccia. Se volete fare il salto e provare a vendere la vostra musica, consigliamo allora BandCamp.com.

    594

    Natale 2016

    ARTICOLI CORRELATI