iPhone 6s: dall’iPhone 2G com’è cambiato il melafonino

iPhone 6s: dall’iPhone 2G com’è cambiato il melafonino
da in Cellulari, iPhone 6s, Smartphone
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24/08/2016 07:09

    Dopo oltre otto anni dall’introduzione del primo iPhone, Apple ha svelato la nuova generazione denominata iPhone 6s. Il debutto di iPhone sul mercato ha permesso di rivoluzionare le modalità di interazione con la tecnologia. Il 2007 è considerato un anno estremamente importante in termini tecnologici, visto che iPhone è stato il dispositivo che è riuscito a spazzare via la concorrenza ed ha aperto la strada verso una nuova era della telefonia. Anno dopo anno, anche i competitor hanno deciso di entrare all’interno del mercato smartphone e la stessa Apple ha proseguito verso la strada di miglioramento dei propri prodotti. Andiamo a scoprire come è cambiato l’iPhone in questi anni e che cosa porterà con sé il nuovo iPhone 6s.

    iPhone 2G

    La storia di iPhone inizia dal 29 giugno del 2007, giorno in cui Apple e l’operatore statunitense AT&T iniziarono ufficialmente le vendite. Rispetto all’odierno iPhone, la versione 2G era dotata di una fotocamera posteriore da 2 megapixel senza flash, connettività EDGE e Wi-Fi, mentre il display da 3.5 pollici dotato di risoluzione 320×480 pixel era considerato uno dei più avanzati di sempre grazie all’impiego della tecnologia multitouch. Tuttavia, l’iPhone 2G non era in grado di registrare video, inviare MMS e non vi era neanche un GPS integrato.

    Se da un lato le potenzialità erano elevate, dall’altro la diffusione del prodotto fu limitata dal prezzo che sembrava essere troppo elevato.

    iPhone 3G

    Nel 2008, Apple presentò l’iPhone 3G, il primo iPhone dopo il primo iPhone. Nessuno si sarebbe mai aspettato un cambiamento così importnate, ma Apple riuscì a stupire tutti presentando un terminale dotato di nuovo processore, GPS e supporto alla tecnologia 3G. Attraverso lo slogan “Twice as fast, half the price”, l’azienda di Cupertino sottolineò l’importanza dei miglioramenti apportati.

    Inoltre, venne introdotto l’App Store, in negozio che permette di acquistare appositamente sviluppate per iPhone.

    iPhone 3GS

    iPhone 3GS è stato un dispositivo estremamente importante nella stora di iPhone, seppur sottovalutato da molti. Se da un lato questa versione era simile all’iPhone 3G, tutte le novità erano sotto la scocca. La sigla “S” stava per “Speed” e l’iPhone 3GS era estremamente veloce, in grado di registrare i video, inviare messaggi multimediali e, allo stesso tempo, veniva integrata l’app Bussola.

    Se da un lato le novità estetiche erano assenti, dall’altro la velocità del terminale ha permesso ad iPhone 3GS di essere uno dei terminali più longevi di sempre.

    iPhone 4

    Il 2010 rappresentò l’anno dell’evoluzione completa di iPhone. Con il debutto di iPhone 4, Apple riuscì a catalizzare l’attenzione sul debutto vista la perdita di un prototipo all’interno di un bard di San Francisco. Non solo, iPhone 4 fece parlare di sé per il fenomeno della perdita del segnale, denominato “Antennagate”.

    Di fronte a tutte queste notizie, le vendite di iPhone 4 permisero di comprendere come l’utenza fosse veramente interessata per questo nuovo smartphone.

    Le principali novità rispetto ad iPhone 3GS furono il design, completamente diverso, il nuovo processore A4, il display Retina, la fotocamera posteriore da 5 megapixel, l’introduzione delle videochiamate con FaceTime e l’integrazione del flash LED posteriore.

    iPhone 4s

    L’evoluzione di iPhone 4, fu iPhone 4S. Il nuovo smartphone di Apple, presentato nel 2011, mantenne lo stesso design, ma come già accaduto per iPhone 3GS, tutte le novità erano dentro la scocca.

    All’interno di iPhone 4S vi erano presenti il nuovo chip A5 dual-core, una fotocamera da 8 megapixel e l’introduzione della registrazione video in HD a 1080p. La vera e propria novità che arrivò con iPhone 4S fu Siri, l’assistente vocale intelligente pensato da Apple per migliorare l’esperienza di utilizzo dello smartphone.

    iPhone 5

    Con iPhone 5, Apple rivoluziona il display e anche l’hardware presente all’interno. Infatti, il nuovo smartphone dell’azienda di Cupertino era dotato di un display da 4 pollici, nuovo processore A6 e compatibilità con reti WiFi di ultima generazione e supporto alle reti 4G LTE. Altra novità sono stati il nuovo connettore Lightning e le nuove cuffie EarPods, che hanno richiesto circa tre anni di studio e sviluppo.

    iPhone 5s

    Per la prima volta nella storia di Apple vengono presentati due modelli di iPhone. iPhone 5s migliora ulteriormente iPhone 5 integrando un nuovo processore, una fotocamera e una batteria migliorate, il sensore Touch ID per il riconoscimento delle impronte digitali ed, infine, il dual Flash posteriore.

    iPhone 5c

    Per quanto riguarda iPhone 5c, questa versione eredita buona parte dell’hardware di iPhone 5, ma il tutto viene inserito all’interno di un corpo in policarbonato. Questo modello, tuttavia, non riesce ad ottenere il successo sperato.

    iPhone 6 Plus

    Per la prima volta nella storia, l’azienda di Cupertino spinge ulteriormente le dimensioni dei propri dispositivi, presentando iPhone 6 dotato di display con diagonale da 4.7 pollici e il “phablet” iPhone 6 Plus con display da 5.5 pollici e risoluzione Full HD. Oltre ad un design rinnovato, le principali novità riguardano l’hardware all’interno di questi due dispositivi, in grado di offrire performance migliori rispetto alla precedente generazione.

    iPhone 6s Plus

    Infine, arriviamo ad iPhone 6s e iPhone 6s Plus, due smartphone dotati di una scocca più resistente, rispetto ad iPhone 6, ed hardware completamente migliorato. La novità più importante riguarda la tecnologia 3D Touch, che permette all’utente di avere a portata di mano nuove metodologie d’interazione con il sistema operativo iOS. A completare la scheda tecnica troviamo il nuovo processore Apple A9 di terza generazione, il sensore Touch ID di seconda generazione e colorazioni in grigio, oro, argento e rosa.

    1256

    ARTICOLI CORRELATI