I migliori smartphone alternativi proposti da piccole startup

I migliori smartphone alternativi proposti da piccole startup
da in Guida all'acquisto, Mobile, Smartphone
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    UBIK UNO

    Perché accontentarsi dei soliti noti quando si può optare per un cellulare differente? In questo articolo andremo a raccontarvi i cinque migliori smartphone alternativi frutto del lavoro di piccole (medie) startup che mettono sul piatto modelli che cercano di offrire qualcosa in più e oltre i soliti iPhone, Samsung, LG, HTC, Sony e compagnia bella. Nelle prossime pagine vi illustreremo una cinquina di dispositivi, fateci sapere qual è il vostro preferito.

    Molto interessante Fairphone 2 che monta un processore Qualcomm Snapdragon 801 accompagnato da 2GB di Ram, 32GB di memoria interna, una batteria rimovibile da 2420mAh, capacità Dual Sim e una fotocamera da 8 megapixel sul retro. La sua filosofia è quella della sostenibilità massima e dunque con una piattaforma modulare per ampliare/riparare i componenti in modo semplice e non costoso, per estendere la vita a oltre cinque anni. Certo, il prezzo non è così basso visto che costa 525 euro.

    Presentato come l’unico cloud-first smartphone, NextBit Robin punta forte con l’accesso semplificato a un archivio sulle nuvole con una memoria da 32GB fisica accompagnata da un totale di 100GB online gratuito per poter salvare tutti i propri file personali. Lo schermo è un IPS da 5.2 pollici a risoluzione 1920×1080 pixel, c’è un buon processore Snapdragon 808 con 3GB di Ram, fotocamera da 13 megapixel e lettore impronte digitali.

    Obi Worldphone SF1 costa meno di 200 euro senza contratto pensando a una scheda tecnica piuttosto democratica visto che si rivolge a tutto il mondo (come da nome) offrendo componenti come uno schermo da 5 pollici 1080p, fotocamera da 13 megapixel, doppio slot per SIM, batteria da 3000mAh.

    UBIK Uno ha una scheda tecnica piuttosto simile a OnePlus 2 visto che include uno schermo da phablet da 5.5 pollici di diagonale alla risoluzione di 1080p, processore octa-core MediaTek con modem LTE integrato, 3 GB di RAM, 16 GB di memoria ampliabile facilmente attraverso lo slot microSD fotocamera da 20 megapixel con il recente sensore Sony IMX230, fotocamera frontale da 8 megapixel, batteria da 3100mAh e sistema operativo Android 5.1 Lollipop.

    Forgiato in una lega metallica “Liquidmorphium”, l’elegante e elitario Turing Phone si avvale di un sistema per criptare tutte le informazioni contenute al fine di proteggerle – lavorando in coppia al sensore delle impronte digitali – dall’accesso indesiderato. Le specifiche vedono la presenza di uno schermo da 5.5 pollici 1080p, fotocamera da 13 megapixel, processore Snapdragon 801 con 3GB di Ram, batteria da 3000mAh non removibile. Il prezzo è alto visto che parte da 610 dollari per la versione da 16GB fino a 870 dollari per quella da 128GB.

    585

    ARTICOLI CORRELATI